Guestbook

Giovedì 29 Aprile 2010

L'ho conosciuto tardi.

 Difficile parlare, quando tanto è stato detto da altri di una persona che è entrata nella tua vita\opera d'arte troppo tardi e non hai avuto modo d'approfondire e condividere con lui tante cose ed altre solo superficialmente.

Ecco quindi che confermo quanto scritto da chi mi ha preceduto sia nel sito della famiglia, nei commenti del suo blog di cui ignoravo l'esistenza e che ho scoperto grazie al sito.

Il ricordo più bello che ho del breve periodo in cui l'ho conosciuto è un capodanno, mi pare del 2005\2006 o 2006\2007, che alla mezzanotte quando abbiamo aperto le bottiglie di spumante e ce le spruzzavamo addosso, aveva visto uno di noi (non ricordo chi con precisione) che la svuotava in terra.

Egli era costernato per lo spreco e il gesto insano e disse queste parole : che peccato, non dovremmo sprecare cosi' le cose.

Quando ho saputo della tragedia era un giorno che avevo numerosi impegni tanto da non aver potuto, come faccio tutte le mattine prima d'iniziare o a studiare o a lavorare, leggere i giornali, e solo dopo il lavoro nel pomeriggio appresi dalla madre di Emanuele il tragico evento. Come prima reazione, sono rimasto "assente" per tutta la sera e in parte per il giorno seguente, creando intoppi ai colleghi di lavoro. Non so che altro scrivere, e poi non sarei capace d'andare oltre visto che le lacrime mi offuscano la vista. Ma voglio dire solo un'altra cosa, tu vivrai sempre dentro di noi, grazie al ricordo dei tuoi che hanno condiviso la tua opera d'arte con noi.

giuseppe scano: ti ho conosciuto tardi

Domenica 18 Aprile 2010

Non ho fatto in tempo a conoscerti che eri già volato via , cmq ti dedico questa poesia

"La morte non è niente." Commento a Sant'Agostino di Henry Scott Holland (1847-1917) canonico della cattedrale di St. Paul (Londra).

--------------------------------------------------------

 La morte non è niente.

Sono solamente passato dall'altra parte: è come fossi nascosto nella stanza accanto.

Io sono sempre io e tu sei sempre tu.

Quello che eravamo prima l'uno per l'altro lo siamo ancora.

Chiamami con il nome che mi hai sempre dato, che ti è familiare; parlami nello stesso modo affettuoso che hai sempre usato.

Non cambiare tono di voce, non assumere un'aria solenne o triste.

Continua a ridere di quello che ci faceva ridere, di quelle piccole cose che tanto ci piacevano quando eravamo insieme.

Prega, sorridi, pensami!

Il mio nome sia sempre la parola familiare di prima: pronuncialo senza la minima traccia d'ombra o di tristezza.

La nostra vita conserva tutto il significato che ha sempre avuto: è la stessa di prima, c'è una continuità che non si spezza.

Perché dovrei essere fuori dai tuoi pensieri e dalla tua mente, solo perché sono fuori dalla tua vista? Non sono lontano, sono dall'altra parte, proprio dietro l'angolo.

Rassicurati, va tutto bene.

Ritroverai il mio cuore, ne ritroverai la tenerezza purificata.

Asciuga le tue lacrime e non piangere, se mi ami: il tuo sorriso è la mia pace.

------------------------------------------------

giuseppe scano: dedicato a te

Giovedì 23 Aprile 2009

Damiano, Maurizio, Isabella vi ricordiamo sempre, siete qui con noi, accanto a noi e un giorno saremo nuovamente insieme.

Un link per ulteriori notizie di Maurizio



e un link per Isabella


http://www.facebook.com/home.php#/group.php?gid=43595201663

 

E qui un link per ulteriori informazioni sull'incidente a Damiano.

Comunque un Agosto 2008 carico di tristezza: Daniele Careddu di Perfugas, perdeva la vita pochi giorni dopo (Qui il link)

 

Cosimo_: Si, da lassù pensano a noi

Martedì 14 Aprile 2009

Ciao Damiano.... angelo lassu' come la mia Isabella.... Coloro che ci lasciano non sono degli assenti, ma angeli invisibili che tengono i loro occhi pieni di luce fissi nei nostri pieni di lacrime ed attendono, con amore, di scoprirne in noi la consapevolezza in un sorriso... un sorriso Damiano

 

Isabella

 

claudia: Voi ci siete....sempre

Commenti per pagina 

Solo utenti registrati possono aggiungere nuovi messaggi. Prego, effettua l'accesso.

Get the Flash Player To see this player.